Specialissimo, il bello del web - Home Page Specialissimo

Amore stupido

(Poesie del Beigua)





La stupidtà è un fatto relativo
     ma fa soffrire;
l'amore è un'altra cosa
     e fa gioire.
 
Un amore stupido fa giore e soffrire,
ma gioire poco e soffrire troppo;
    meglio morire.


Siamo a luglio 1984, periodo militare. Un amore appena nato ha già tutti i sintomi di stanchezza e di sfacelo, e si mette anche il destino contro.

Lei è in ferie, a Cuneo; io stò per andare in licenza a casa mia, avendo quindi l'opportunità di vederla al di fuori del solito ambiente, e comunque di vederla.

Per motivi burocratici la licenza arriva in ritardo, e quando sono a casa lei stà già tornando sul Beigua. Passo una licenza bruttina, in cui me la prendo con tutti, famigliari ed amici. Finalmente si torna in caserma.

A genova non mi mandano subito sul Beigua: devo aspettare un giorno, in cui mi danno un permessino e mi faccio un giro a Varazze. Lei è li, in permesso, ma i cellulari non esistevano ancora, io non lo so e non ci vediamo.

L'indomani si torna sul Beigua e parte un periodo di pienone di gente; la vedo raramente, deve lavorare; soffro, l'amore sta finendo…


Indietro

Informativa - Preferiti

Specialissimo © 2002-2019 by Franco C.