Specialissimo, il bello del web - Home Page Specialissimo

Le invasioni barbariche

(Falicetto - Storia Antica)



Alla metà del 400 l'impero romano crollò. Tutte le terre del Piemonte occidentale vennero invase da orde di barbari: Ostrogoti, Visigoti, Vandali, Franchi, ai quali nel 570 subentrarono i Longobardi che nel medesimo anno occuparono Torino ed Alba, l'ultima città romana che restava nella nostra provincia.

I re longobardi, instauratisi solidamente nell'Italia settentrionale, provvidero ad una nuova ripartizione territoriale e legislativa; Falicetto entrò così a far parte del ducato di Torino unitamente alle valli Maira, Grana, Po e Varaita.


Nel 772 Carlo, re dei Franchi, sconfisse il re longobardo Desiderio alle chiuse di Valle Susa. Tutti i nostri paesi entrarono a far parte, quindi, del nuovo dominio dei Franchi che introdussero la ripartizione legislativa e territoriale già esistente nei loro vecchi domini. La regione venne suddivisa in iudiciarie, sotto il governo di funzionari statali chiamati conti.

L'insieme di più contee poste ai confini dello stato venne affidata ai marchesi. Falicetto entrò allora a far parte della contea di Auriate, antica terra che gli studiosi collocano variamente tra Demonte, Borgo San Dalmazzo, Busca e Caraglio.

Si giunse così, secolo dopo secolo, alla fine del primo millenio di cristianesimo, quando una nuova invasione di predoni portò il deserto e la distruzione nella provincia...

Trovi altri approfondimenti nella Storia del Piemonte di Specialissimo.


Indietro

Informativa - Preferiti

Specialissimo © 2002-2019 by Franco C.